Tre caratteristiche che troverai in My JoB Assistente Virtuale

Tre caratteristiche che troverai in My JoB Assistente Virtuale

Tre caratteristiche che dovresti trovare in un Assistente Virtuale e che troverai in My JoB Assistente Virtuale

Preparazione/Professionalità

Dovrebbe essere scontato relazionarsi con professionisti preparati, ma sappiamo bene tutti che purtroppo non è così: lo abbiamo sperimentato in prima persona in diversi settori. La preparazione nasce sia dallo studio sia dall’esperienza. Ci tengo molto a tenermi aggiornata, a imparare sempre qualcosa di nuovo, ad ascoltare la voce di chi ne sa più di me, a confrontarmi. Appena ho qualche ora libera studio: seguo corsi, webinar, master… leggo… mai quanto vorrei. E poi sperimento, sulla mia pelle innanzi tutto; la sperimentazione, come concordavo con un (potenziale) cliente ieri sera, è alla base del mio lavoro e di lavori affini al mio. Dopo lo studio suddetto e con criterio, naturalmente, e conseguente analisi dei risultati.

Trasparenza/Correttezza

Una cosa che mi fa piacere sono gli apprezzamenti al mio sito, non solo o non tanto per la parte grafica e non solo perché, in linea con quanto scrivevo sopra, è stato il primo sito che ho realizzato – poi nel tempo migliorato più volte -, ma perché la maggior parte dei miei interlocutori ne apprezza la chiarezza. I servizi, i pacchetti, i prezzi; e poi io, le mie competenze, i miei titoli. È tutto lì, nel bene e nel male, i traguardi e i cambi di rotta, i miei punti di forza e quello che invece affido a collaboratori selezionati, perché preferisco mille volte fare quello che so e che amo fare e farlo bene, piuttosto che improvvisarmi in altre attività, pur di non perdere un lavoro.

Confronto/Fiducia

Dal confronto si sviluppano le opinioni e dalla fiducia le collaborazioni positive. Non riesco a lavorare se non in un contesto simile, che passa dalle chiavi di accesso informatiche alla delega di un lavoro, salvo poi gli scambi di feedback e i miglioramenti, sempre possibili. Il livello di soddisfazione deve essere (almeno) buono da ambo le parti, se no si va avanti ancora finché non è così. Il clima deve essere sereno, disteso, scherzoso talvolta: ci si impegna per dare il meglio di sé e per mettere l’altro in condizione di ottenere i migliori risultati possibili. Da ambo le parti.

Questi i punti principali che a mio avviso non dovrebbero mai mancare in una collaborazione con un Assistente Virtuale. Questi i punti che mi sento di poter garantire.

Perdonatemi questo post sfacciatamente promozionale, ma una volta all’anno ci può stare! E visto che l’anno sta per finire…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: